21 febbraio 2019, 17:20

Appuntamento annuale per ogni club è quello della visita del Governatore. Visita tanto attesa e forse anche un po’ temuta. Il motivo? E’ probabile che sia proprio quella parola, Governatore, ad incutere una sorta di timore reverenziale che puntualmente però con l’incontro de visu perde di vigore, lasciando spazio esclusivamente al rapporto di amicizia che noi Lions ben conosciamo.

Con il nostro Governatore Leda Puppa tutto ciò è accaduto ancora una volta.

La spiegazione del percorso programmatico, esposto durante il Consiglio dalla presidente Nancy Latini in una corposa sequenza di attività ed eventi, hanno ricevuto la sua piena attenzione e partecipazione. Suggerimenti, apprezzamenti per il notevole impegno fin qui tradotto in pratica e incitamento a continuare così, unitamente alla sua simpatia e giovialità, hanno caratterizzato una serata veramente piacevole e proficua.

Oltre al Consiglio del LC Gubbio, alla gradita presenza del segretario distrettuale Manlio Orlandi, del presidente della IX Circoscrizione Vito Betti e del presidente di Zona Rolando Pannacci, il Governatore ha presieduto anche quello del Leo Club Gubbio, del cui impegno il Club padrino è davvero  fiero. “Interessante e costruttivo” è stato definito dai Leo l’incontro dal quale hanno tratto ulteriore sprone motivazionale.

L’ufficialità della serata del 13 febbraio scorso presso il Park Hotel Ai Cappuccini, condotta dal Cerimoniere di club Donatella Pauselli e dal Cerimoniere distrettuale Antonio Ansalone, presenza preziosa e puntuale, è stata occasione per il Club per accogliere il nuovo socio Massimo Montagnino, che si va così ad aggiungere a Mirko Ceccarini e Lucia Brugnoni entrati invece nello scorso dicembre. Ne ha forse risentito la tempistica ma di certo il nuovo amico non poteva ricevere un Benvenuto migliore. Tra gli invitati anche il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati e il consigliere regionale Andrea Smacchi che non hanno mancato, soprattutto il sindaco, di ricordare quanto i Lions abbiano fatto per la città e il territorio, suggerendo anche progetti realizzatisi poi di concerto con la stessa amministrazione comunale. Molto gradita è stata anche la presenza del presidente del LC Montone Aries, Nicoletta Barberini Carletti, e di Paolo Forconi presidente del LC Gualdo Tadino del quale, nonostante l’appartenenza a zone diverse, il Club è unito da vincoli di speciale amicizia, essendone stato sponsor.

Emozionante per i soci è stato anche il momento della firma della nuova Charter, nuova perché sancisce ufficialmente la nascita del LC Gubbio, avvenuta in precedenza, dopo la fusione del Club Gubbio Host con quello femminile Gubbio Piazza Grande.

Per il tradizionale scambio dei doni, i due presidenti hanno consegnato al Governatore manufatti artistici di alto artigianato locale: teleria umbra e piatto in ceramica, opera dell’artista Marzia Fumanti, socia del Club.

Sono stati inoltre consegnati diversi riconoscimenti: a Rita Pannacci e Sandro Lombardini per aver contribuito alla crescita del Club, mentre per essere soci di lungo corso a Enrico Bussaglia,, Aldo Fumanti, Carlo Giuli, Annamaria Bartoletti, Francesca Castellani, Maria Vispi e Virgilio Lispi.

Il Governatore non ha mancato di consegnare il proprio guidoncino ai tre officer di club: Maria Vispi per “Opportunità per i giovani”, Rita Cecchetti per “Viva Sofia” e Pina Volpi per “Gemellaggi e patti d’amicizia”