Rivista LIONISMO 1-2020
A pag. 33 articolo di Donatella Pauselli, addetto Stampa del Club

Gubbio, costretto alla relegazione il club ha organizzato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe e raccolto 30.000 euro destinati all’ospedale
Donatella Pauselli, Lions Club Gubbio

A seguito della Emergenza Covid, preoccupazione, lockdown e soprattutto la paura hanno regnato destabilizzando ognuno di noi, cittadini di tutto il mondo. Ognuno di noi ha vissuto, nel profondo, un ribaltamento sociale dettato da bollettini sanitari infausti, incertezze mediche, norme stringenti nella consueta quotidianità mentre, altrove, personale medico e paramedico si misurava con una realtà fuori da ogni immaginario, con una limitatezza strumentale quasi “da guerra combattuta con armi spuntate”.
E qual è stato da subito il sentire dei Lions? Non quello di dissertare sul “se”, sul “ma” o sul “forse”. Al contrario, elaborare ciò che stava accadendo e tradurlo in azioni, e alla svelta.
Ed ecco che l’onda lunga Lions della Solidarietà ha iniziato subito a muoversi, inarrestabile.
Anche con l’intervento della nostra LCIF, dai Lions italiani sono stati mobilitati circa 6.100.000 euro destinati a ospedali, ASL, RSA, organizzazioni di volontariato e cittadini,con la consegna di DPI, apparecchiature mediche specifiche e generi alimentari.
Una vera e propria corsa contro il tempo che ha visto scendere in campo anche il Lions CLub Gubbio.
Seppure costretto alla relegazione casalinga, il club, con l’allora presidente Nancy Latini, ha organizzato una raccolta fondi online (piattaforma GoFundMe) destinata al nosocomio territoriale per affrontare l’emergenza.
Grazie alla fiducia che il club ha saputo conquistarsi negli anni e del conseguente forte legame instauratosi col territorio, la risposta è stata immediata e numerosa, ben superiore addirittura alle aspettative.
Da privati cittadini e molte associazioni locali finanche a gruppetti di amici o rappresentanti di classe, sono arrivate donazioni accompagnate da commenti di elogio perl’iniziativa. Anche perché, come è consuetudine Lions, ogni cosa viene fatta in totale trasparenza. Sin da subito, è stato detto che la meta finale sarebbe stata concertata con il Direttore sanitario, dottoressa Teresa Tedesco, e il Direttore del reparto di Anestesia e Rianimazione dr. Teseo Lazzarini, e che a raccolta conclusa tutto sarebbe stato reso
noto sui social. Così è stato in effetti fatto.
L’entusiasmo e la generosità dei donatori si sono rivelati tali che l’obbiettivo finale è stato più volte aggiornato al rialzo. Con i quasi 30.000 euro raccolti, compreso l’impegno dello stesso club di 5.000 euro, è stato così possibile donare all’Ospedale Comprensoriale di Gubbio-Gualdo Tadino:
– due cuscini per posizione prona in fase di intubazione
– due monitor per il monitoraggio dei pazienti durante la fase di osservazione/intubazione
– quattro lampade a led, necessarie per le visite ecografiche
– un macchinario per la sanificazione degli ambienti, utile anche in altri reparti
– DPI
Questa è la nostra forza. “Essere leader globale nella comunità e nel servizio umanitario” dando “modo a volontari di servire la loro comunità e di soddisfare i bisogni umanitari”.
Questo è, semplicemente, essere Lions. Affrontare le situazioni con determinazione ed empatia, unendo e coinvolgendo anche chi Lions non è, in un afflato comune che mira sempre e soltanto all’Essere Umano, cioè a tutti noi.
Rivista LIONISMO 1-2020
Rivista LIONISMO 1-2020